Moules et frites

moules_frites e birraL’abbinamento tra il pesce e la birra ancora non è molto diffuso in Italia, mentre all’estero, soprattutto nei paesi del nord Europa, la birra, in produzione artigianale nei monasteri dal 1800, è la compagna ideale di cozze, aringhe, sardine, ostriche o salmone.
Questa rubrica non può quindi prescindere da una tappa in Belgio, in Inghilterra, in Irlanda o in Francia dove la birra è la compagna preferita dei piatti che più rappresentano questi paesi.
Uno dei piatti più caratteristici della gastronomia del Belgio, anche se la Francia del Nord con la città di Lille ne rivendica la nascita sono le cozze alla Belga, meglio conosciute come Moules et Frites.
Comunque non c’è brasserie, pub o friggitoria a Bruxelles, Bruges o dintorni che non proponga questi mitili, provenienti esclusivamente del Mar del Nord, con patatine fritte croccanti e un fiume di buone birre trappiste.
Possono essere realizzate in almeno tre varianti: sedano e cipolla, aglio e prezzemolo o alla birra.
Per questa sera realizziamo la variante aglio e prezzemolo.
1 kg di cozze
1 spicchio d’aglio
Olio extravergine d’oliva (anche se in Belgio si usa il burro, chiedo scusa alla tradizione ma non ce la faccio)
Pepe
Peperoncino (opzionale)
1 ciuffo di prezzemolo
½ bicchiere di birra

Strappate da ogni cozza la barbetta e pulite bene il guscio spazzolandolo oppure grattatelo con una paglietta di acciaio nuova sotto l’acqua corrente e poi scolatele. Scaldate l’aglio con l’olio, aggiungete le cozze, amalgamate bene gli ingredienti, aggiungete la birra e fate cuocere il tutto a fuoco vivo fino alla completa apertura dei molluschi, quindi spegnete il fuoco e servite immediatamente, con il prezzemolo fresco e sminuzzato a mano, accompagnando con le patatine fritte tagliate a bastoncino.

Scegliamo due birre belghe dalla lunga tradizione, la Chimay Grand Reserve e la Bière du Boucanier, quest’ultima usata anche durante la cottura delle cozze.
Ad andar per mare, prima o poi si incontra un pirata, ma se è quello della Birra del Bucaniere l’incontro è fantastico, il colore è biondo dorato, il gusto è intenso e il bouquet profumato e marcato tanto quanto quello delle cozze.
Continuiamo con la Grand Reserve, una delle 7 birrerie autorizzate a sfoggiare il logo esagonale “Authentic trappist product” di colore ambra scuro con un naso più intenso, e alcune note balsamiche e speziate.
L’abbinamento tra il pesce e la birra in Italia sta subendo una forte accelerazione grazie al nostro gusto, alla qualità e quantità di materie prime a disposizione sul territorio e anche grazie al nuovo Italian Beer Style. Alla prossima puntata per scoprirne i segreti…

Edoardo Fraioli
Autore del libro Cruda&Crudo – www.crudaecrudo.it

Edoardo Fraioli

Manager ICT, la sua passione è sempre stata la cucina, passione affinata grazie a corsi della Città del Gusto del Gambero Rosso. Autore del libro Cruda & Crudo: abbinamenti tra crudi di pesce, carne o insalate gourmet e birre artigianali (www.crudaecrudo.it).

4 years fa

1 Commento

  1. Scritto da diletta cremonini il 19/05/2014  10:32 Rispondi

    eccezionale!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!