Polinesia: mille e un pesce

2373b5b1b04dd662dfad6c0813c12262La cucina polinesiana è molto fresca, profumata e basata sull’alta qualità e varietà delle materie prime: una vera gioia per la vista, l’olfatto e il gusto.

Secondo la tradizione, le isole polinesiane sono state create da un enorme branco di pesci, pescati da un dio.

Il mercato è il primo passo per conoscere l’alimentazione polinesiana, passando tra verdure e tuberi locali, ad esempio di taro, di tarna e di ufi,  frutti molto colorati, come ad esempio la panassa, il frutto dell’albero del pane e altri conosciuti in tutto il mondo come il mango, la papaya e il lime fino a svariati tipi di pesci appena pescati.

Uno dei piatti più rappresentativi è il Ma’a Tahiti, un mix di pesce, carne di maiale, pollo, tuberi e frutti, il tutto avvolto in foglie di banano e cotto per diverse ore sulle pietre roventi dell’ahimaa, un forno antichissimo, scavato nella terra.

Il pesce è l’alimento più apprezzato, è il protagonista dei menù sia dei ristoranti che per la popolazione locale;  viene cucinato in mille modi e spesso affiancato da maiale e pollo.

Ne esistono circa 300 specie diverse, la maggior parte a noi sconosciute. Il più amato è il mahi mahi, un pesce dalla polpa bianca e dal sapore dolce, spesso impanato al cocco; anche l’ume è presente in svariate ricetta, mentre lo shabu shabu è spesso consumato crudo. Anche l’ippoglosso viene mangiato crudo, marinato in lime sale e pepe, stessa  preparazione dei tonnetti e pesci pappagallo.

In generale il pesce crudo è molto amato, sia nella versione sushi che sashimi. Una ricetta rappresentativa è la tartare di tonno, detta poisson cru à la Polynesienne, unito a cetriolo, succo di limone, pomodoro, carota, erba cipollina, il tutto bagnato da latte di cocco. Il fafaru invece viene marinato intero in acqua di cocco e condito con latte di cocco, svuotato delle interiora e servito con latte di cocco e aggiungendo un po’ di limone come condimento.

La kokoda è una gustosissima insalata di pesce di varie specie, tagliato a cubetti e servito con fette di cocomero, carote, cipolle e il tutto condito con latte di cocco.

Molto amata soprattutto d’estate anche la tartare di granchio condita con fette di ananas.

I gamberi vengono solitamente soffritti con cocco e vaniglia e una spruzzata di rum.

Per i più romantici, sono amatissimi i pic nic sulle spiagge, gustando i pesci appena pescati, arrostiti sul falò il tutto immersi in un’atmosfera incantata.

 

 

Federica Buccafusca

Laureata in Antropologia Culturale e specializzata nel settore alimentare. Blogger on the road, gira per il mondo in cerca dei sapori più tipici e particolari. Non si separa mai dalle sue lonelyplanet che la accompagnano e guidano nei suoi viaggi. Ama immergersi nella cultura in cui arriva per capire a fondo l’arte culinaria e le abitudini del posto.

3 years fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!