Quando l’Eros viene dal mare

Pesce_afrodisiacoAfrodite, la dea dell’amore e della bellezza, ma anche della sessualità, della sensualità e della lussuria, ha da sempre avuto un rapporto stretto con il mare.
La leggenda narra come la Venere greca nacque ed emerse nuda dalla spuma del mare.
Per questa ragione i prodotti del mare sembrano avere una relazione privilegiata con la sfera sessuale, tanto che molti di essi possiedono ciò che viene definito “potere afrodisiaco” ovvero sarebbero in grado di aumentare con il loro consumo il desiderio sessuale.
Ma cosa significa “afrodisiaco”? Si tratta della caratteristica di alcuni alimenti di riuscire ad indurre uno stato di euforia generale, favorevole all’espressione sessuale attraverso il coinvolgimento di reazioni sensoriali visive, olfattive e tattili.
Circa la metà degli italiani crede al potere afrodisiaco di alcuni alimenti (ricerca CIRM 1999), poco importa se secondo la scienza medica, esiste soltanto un rapporto indiretto fra il cibo e il desiderio sessuale.
Tuttavia non mancano spiegazioni più o meno fantasiose a supporto della capacità eccitante di alcuni pesci: come la presenza di Omega-3, agendo come fluidificante naturale del sangue fino alle zone genitali, favorisce una migliore risposta all’eccitazione e al desiderio sessuale, oppure l’elevato contenuto di zinco, di alcuni molluschi viene considerato benefico per l’apparato riproduttivo.
In realtà il desiderio sessuale è il risultato di due componenti fondamentali, una fisiologica ed una psicologica, legata a stimoli emotivi.
I cibi afrodisiaci agiscono con molta probabilità su questa componente “mentale” contribuendo a scatenare fantasie e ad attivare circuiti vascolari in grado di migliorare l’intimità di coppia.
Semplicemente i cibi afrodisiaci, con il loro odore, la loro consistenza e sapore danno piacere e soddisfazione ai nostri sensi al punto di provocare un senso di benessere fisico, ma anche mentale, che il nostro cervello percepisce.
Scopriamo ora quali sono quei prodotti del mare che secondo la tradizione popolare possono aiutarci a creare un’atmosfera di complicità, stimolare desideri che vanno oltre quello dell’appetito.

Molluschi bivalvi
Le ostriche, insieme a cozze, vongole e capesante, hanno una forma che rievoca suggestioni erotiche, ma sono anche ricche di zinco, minerale fondamentale per la produzione dello sperma e di iodio, indispensabile alla tiroide per secernere gli ormoni che regolano la produzione dell’energia sessuale.

Crostacei
Gamberi, scampi e aragoste rappresentano una delle più importanti fonti di zinco, fosforo e proteine di cui il nostro organismo ha grande bisogno.
Anche il modo in cui si mangiano i crostacei assume una valenza erotica: difficile cibarsene con le posate, obbligando a consumarli con le mani, succhiandone alcune parti, come la coda.
Inoltre secondo alcuni il sangue dei gamberi, quando questi animali sono vivi, può avere una tinta bluastra e produrre elementi cellulari che fungono da veri e propri afrodisiaci umani.

Pesce
In generale il pesce, soprattutto pesce azzurro, salmone e merluzzo, è considerato un alimento afrodisiaco, essenzialmente per la presenza di acidi grassi Omega-3, i cui effetti anti ossidanti e anti infiammatori ne fanno una specie di elisir di giovinezza e quindi di efficacia sessuale.
Senza contare che una cenetta romantica se vuole avere una continuazione non deve appesantire gli amanti, per non provocare una digestione lenta e un senso di stanchezza: in questi casi un menu di pesce è un perfetto alleato.

4 years fa

1 Commento

  1. Scritto da CARMELO il 17/10/2013  19:59 Rispondi

    LE SPUGNE O IN FORMA DIALETTALE TARATUFULI O SPUENZULI CON IL LORO FORTE GUSTO DI ACIDO FENICO HANNO QUESTO POTERE AFRODISIACO INSIEME AI MUSSOLI E ALLE OSTRICHE DI COLORE ROSSASTRO DI PROFONDITA' CON IL PROFUMO CHE RASENTA LO ZOLFO. CHE GODURIA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!