Conosciamo la vongola

vongIl termine vongola, che deriva dal napoletano concha, ovvero conchiglia, non designa un singolo animale bensì l’intera classe dei molluschi bivalvi appartenenti alla famiglia dei Veneridae. Ne fanno parte anche la vongola verace, la vongola verace filippina, il lupino ed il longone (ma in totale sono più di 400 le specie appartenenti a questa categoria).

La vongola nostrana si presenta protetta da una conchiglia composta da carbonato di calcio (molto resistente). All’esterno, è di color bianco-grigio-giallastro mentre, nella parte interna, è liscia e bianca con una macchia violacea (non sempre presente). Il mollusco va dal grigio al giallo carico e presenta due sifoni.

La vongola è diffusa nell’oceano Atlantico e nel mar Caspio, mentre, in Italia, si trova soprattutto nel mar Adriatico e nel medio-basso Tirreno. Il suo habitat ideale sono le acque basse e sabbiose: sepolta sotto 15-20 cm di sabbia, lascia fuoriuscire solo il sifone attraverso il quale filtra l’acqua per nutrirsi.

La riproduzione avviene in primavera quando le acque superano i 14° e sono presenti maggiori quantità di microalghe (necessarie per il nutrimento delle larve). Prima di fissarsi sul fondale, le larve nuotano liberamente per un periodo di 6-8 settimane; una volta insediate, cresceranno fino a raggiungere una dimensione di circa 3-5 cm.

La raccolta può venire effettuata con diversi metodi: manualmente, con particolari rastrelli a mano o meccanici (detti anche rasche), o con draghe turbosoffianti o motorasche. Una volta raccolte, le vongole vengono selezionate attraverso setacci.

La vongola verace nostrana, rispetto alla filippina, necessita di un periodo di accrescimento più lungo: per raggiungere le medesime dimensioni la nostrana impiega mediamente 3 anni mentre la filippina solo due. La conformazione delle due specie è molto simile ma si possono distinguere dai due sifoni: nella specie autoctona questi sono ben separati mentre, nella filippina, si presentano uniti alla base. Un altro indicatore è il prezzo: la vongola verace italiana, più difficile da allevare presenta in genere un prezzo leggermente più alto ma, in compenso, le sue carni sono più tenere e gustose. La vongola verace italiana è apprezzatissima in cucina; cuoce in tempi rapidissimi e si presta ad una serie infinita di preparazioni: gratinate, al vapore, nei sughi o per deliziosi secondi piatti.

5 years fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!