Dalla Norvegia un salmone eccezionale!

salmone2Sono i freddi mari norvegesi il posto migliore dove allevare i salmoni; pesci molto graditi ed apprezzati per il loro gusto pieno e aromatico.

Ciò che rende il salmone norvegese particolarmente pregiato è il fatto che riesca a mantenere delle caratteristiche organolettiche molto simili al prodotto selvatico grazie ad un metodo di allevamento particolarmente accurato: innanzitutto vengono selezionate solo le uova delle femmine più forti e sane e fatte fecondare dai maschi migliori; dopo un periodo trascorso in acqua dolce, che varia tra i 12 e i 18 mesi, i giovani salmoni vengono trasferiti in speciali gabbie poste direttamente in mare; qui si accresceranno per circa due anni, nutriti con i mangimi particolari (contenenti anche astaxantina, sostanza che conferisce alla carne il tipico color rosa intenso).

Quando i pesci raggiungono il peso di 3-6 chilogrammi, possono venir catturati ed inviati agli stabilimenti, i quali provvederanno alla lavorazione. Un’altra caratteristica degli allevamenti norvegesi è quella di trovarsi al massimo ad un’ora di distanza dal luogo in cui il prodotto verrà lavorato; questo fa si che i pesci non debbano sopportare lunghi e stressanti viaggi, a tutto favore delle caratteristiche finali del prodotto.

Per arrivare in Italia, questi pesci, devono superare numerosi e severi controlli: gli allevatori devono essere in possesso di una licenza rilasciata dal Direttorio della Pesca dopo le dovute ispezioni da pare del Ministero della Pesca. I salmoni vengono imballati uno alla volta tra gli 0 e i 4 gradi e surgelati a -35° per il trasporto.

Al momento dell’acquisto assicuratevi che il prodotto sia fresco verificando che il corpo sia liscio e brillante, che le carni siano sode e gli occhi chiari. Una volta a casa il prodotto, se surgelato, va fatto scongelare lentamente nella parte bassa del frigorifero per conservare tutte le proprietà del prodotto fresco. In cucina potrete utilizzarlo a crudo e per preparare saporiti piatti… qualche esempio? Provate il filetto cotto al forno con una panure di erbe aromatiche e pan grattato oppure avvolto in una crosta di pasta sfoglia con spinaci e mandorle tostate.

10 anni fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!