Il mare, il pesce e le birre al sale

Birra salataSiete abituati a pensare che il sale serve solo per cucinare un ottimo branzino in crosta e che la birra sia solo acqua, malto e luppolo? Vi sbagliate!
Il sale lo ritrovate nel sapore di pesci, freschi, crudi, ma anche quando mangiamo un sapido piatto di spaghetti alle vongole ed esistono le birre al sale.
E non è una tendenza alla moda o la bizzarra idea di un birraio italiano, le birre di frumento “salate”, dette anche Gose, fanno parte di uno stile birrario antico dato ormai per estinto, resuscitato e più vivo che mai, che prevede la quasi assenza di luppolo, contrariamente alla tendenza degli ultimi tempi, delle birre extra luppolate, questa si modaiola e a volte un po’ furba.
Le Gose sono birre ad alta fermentazione il cui protagonista è il sale, o almeno l’acqua naturalmente salina, usata dai primi birrifici che brassarono queste birre. Poi nelle gose, ci si metteva e ci si continua a mettere anche il coriandolo, il malto (pilsener e una piccola percentuale di Monaco) e almeno il 50-60% di frumento maltato, oltre ad un po’ di luppolo.
La Gose è una birra tipica della zona di Lipsia, nate ufficialmente nel XVIII secolo nella non lontana Goslar, nella Bassa Sassonia. Città famosa fin dall’XI secolo per le sue ricchissime miniere di rame, piombo, zinco, argento. Composta principalmente da frumento, ma con presenza di spezie (sale e coriandolo), in contraddizione al Reinheisgebot.
Vi invito ad approfondire su testi specifici, la storia delle Gose, le tecniche di preparazione, il perché sono nate, ma l’importante è che da qualche anno anche in Italia si possono bere delle ottime birre che ricordano le Gose e abbinarle a piatti di pesce, magari crudi, come dei filetti di sgombro crudi marinati al melograno, come ad esempio La Marsilia, una Golden Ale aromatizzata al sale marino e alghe di Birra del Buttero; o la Salada del birrificio Lariano con sale marino integrale e coriandolo da provare con degli spaghettoni vongole e cozze.
Birre che ricordano il mare, magari non di “facilissima beva” per i neofiti delle birre artigianali, ma lasciatevi trasportare, e con il giusto abbinamento si richiamano a vicenda nella degustazione. E alla fine la berrete anche da sola.

Edoardo Fraioli

Manager ICT, la sua passione è sempre stata la cucina, passione affinata grazie a corsi della Città del Gusto del Gambero Rosso. Autore del libro Cruda & Crudo: abbinamenti tra crudi di pesce, carne o insalate gourmet e birre artigianali (www.crudaecrudo.it)

5 years fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!