L’elisir di lunga vita: il pesce

anziani 1

Giunti in tarda età, nonostante gli impegni e il relax della pensione, molto spesso ci si trova a combattere contro malesseri tipici di quell’età, come le malattie cardiovascolari. Purtroppo all’età non c’é rimedio ma se siete alla ricerca dell’elisir di lunga vita questo non é più una leggenda. Infatti, si é sempre molto parlato dei benefici contenuti nel pesce e dell’omega 3, ma chi l’avrebbe mai detto che questi acidi grassi buoni allungassero la vita?

A quanto pare il Prof. D. Mozaffarian, docente di epidemiologia all’Università americana di Harvard , afferma che questo é possibile grazie proprio al consumo di pesce.

Dopo aver condotto uno studio di ricerca sui dati ematici di un campione di 2.700 persone in età adulta ( dai 65 anni in su) su un lasso di tempo di sedici anni, il Prof. Mozaffarian ha riscontrato che i consumatori più assidui di pesce e quindi, coloro che avevano valori di omega 3 più alti, avevano ridotto del 27% il rischio di mortalità precoce, di malattie cardiovascolari e ictus.

Un dato matematico che, tradotto in anni, equivale a circa 2.2 anni di vita in più rispetto ai consumatori sporadici di pesce. Un risultato sorprendente e facilmente ottenibile con il solo privilegio di gustare pesci come tonno, salmone, sgombro, aringhe e sardine (ad alto contenuto di acidi grassi) per almeno due volte alla settimana.

Naturalmente a questo segreto va aggiunto uno stile di vita sano e ricco di attività per allungare anche la vita interiore di un paio d’anni.

Finalmente é stato scoperto l’arcano! Se per essere belli bisogna, per vivere più a lungo bisogna mangiare, pesce, pesce e ancora tanto pesce.

 

5 years fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!