Le raffinatezze del dentice

denticeOggi voglio proporvi un’altra ricetta molto comune in Salento, perché si trova facilmente anche in questa zona visto il mare temperato. Ho scelto di parlarvi del dentice un pesce oserei dire raffinato sia dal punto di vista del gusto, sia per le ricche caratteristiche nutrizionali che lo distinguono.
Il dentice è un pesce di mare, fa parte del gruppo Teleostei, famiglia Dentici (Mari caldi e temperati); la carne è molto pregiata e famosa per il suo sapore delicato, molto digeribile, poco calorico e ricco di nutrienti.
E’ presente soprattutto nel mar Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico Orientale, raggiunge delle dimensioni abbastanza grosse e in commercio, come altre varietà di pesce, lo si trova sia fresco che surgelato.
Su 100gr di prodotto, abbiamo 86 kcal, 76% di acqua, proteine 16,7gr, lipidi 3,5gr di cui ricco in acidi grassi polinsaturi della serie omega 3, cioè cosiddetti “grassi buoni” che più volte abbiamo detto quanto siano importanti, non siamo in grado di sintetizzarli da soli, quindi devono essere introdotti con la dieta, il pesce ha un alto contenuto di questi grassi essenziali per cui un consumo settimanale di almeno 2-3 volte di pesce è assolutamente consigliato. Gli acidi grassi essenziali sono presenti nelle membrane cellulari e hanno effetti positivi sulla prevenzione non solo delle malattie cardiovascolari, ma numerosi studi confermano quanto siano anche importanti nella prevenzione di malattie neurodegenerative, ed altre importanti funzioni nell’organismo.
Inoltre il dentice è un vera e propria fonte di sali minerali, fra i quali più noti sono calcio e fosforo e la vitamina A. Per l’ottimo contenuto di tanti preziosi nutrienti può essere consumato da tutti, lo consiglio anche a chi è a dieta, bambini e anche alle donne in dolce attesa; durante la gravidanza ancora più necessario diventa il consumo regolare di pesce a tavola.
Consiglio cottura al forno e vi elenco qualche buon consiglio.

Dentice al forno su lettino di pomodorini.
Una volta pulito il dentice e privato delle interiora, lavarlo molto bene e una volta asciugato bene con carta, potete porre nell’addome sale, pepe quanto basta e delle spezie, io solitamente metto il rosmarino. Porre il dentice in una pirofila (o teglia da forno) precedentemente unto di olio. Successivamente dispongo pomodorini (pachino o ciliegino) tagliati in quattro e disporli accanto e sopra il pesce. Mettere ancora un filo di olio e cuocere in forno a 180° per circa 25 minuti, nel frattempo 1-2 volte pongo un po’ di vino bianco per aromatizzare il tutto.
Una volta pronto servire una porzione di circa 200 gr insieme ad un contorno di verdura, oppure potete anche cuocere il dentice come descritto in forno con patate tagliate finemente, per rendere un piacevolissimo piatto unico.

Un’altra variante che ogni tanto mi prodigo di fare è il dentice al sale, pulirlo e lavarlo accuratamente come sopra descritto e mettere nell’addome del dentice qualche fettina di limone con rosmarino. Cospargerlo completamente di sale grosso e porlo in forno, lasciarlo 25-30 minuti, è pronto quando la crosta di sale che si forma si rompe.
Una volta pronto servire una porzione di pesce, con contorno di verdura e/o patate e concludere il tutto con un filo di olio extra vergine di oliva.
Ottimo piatto non deluderete i vostri invitati!

Dr.ssa Simona Dongiovanni

Laureata in Dietistica presso l’Università Cattolica di Roma e specializzata in Scienze della Nutrizione Umana presso l’Università di Tor Vergata. Collabora con la sezione di Nutrigenomica dell’Università di Tor Vergata in studi di ricerca. Svolge la professione di Dietista e Nutrizionista nel Salento, nella zona di Lecce. Esperta in progetti di educazione alimentare per bambini ed adolescenti. Ha un blog dove scrive articoli su benessere, nutrizione e prodotto tipici del Salento. Visita il sito

5 years fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!