L’osteoporosi si combatte a tavola

A causa dell’invecchiamento della popolazione, l’osteoporosi, malattia molto diffusa nei paesi occidentali, è in continuo aumento. L’osteoporosi causa un numero elevatissimo di costi e colpisce 5 milioni di italiani. Per una frattura femorale o vertebrale in età avanzata si può andare incontro ad invalidità permanente o comunque ad un peggioramento della qualità della vita dell’anziano.
Nel trattamento dell’osteoporosi, la dieta ed un corretto stile di vita giocano un ruolo
fondamentale nel prevenire o allontanare nel tempo l’insorgenza dei gravi sintomi di questo problema. Oggi l’osteoporosi non solo è una malattia causata dall’invecchiamento ma anche la conseguenza di un’alimentazione scadente o di un’attività fisica insufficiente primo baluardo a difesa delle nostre ossa.
Sono diversi i fattori di rischio che possono portare all’osteoporosi. Tra questi ci sono il peso, la poca o assente attività fisica, il fumo, il troppo consumo di caffè e di alcol, la non corretta assunzione di proteine e di calcio. Altri fattori di rischio influenzabili sono la menopausa, le malattie endocrine e mataboliche e l’utilizzo di alcuni farmaci quali l’eparina, gli antiepilettici ed i cortisonici.
I fattori di rischio non influenzabili sono la razza, la familiarità o il sesso femminile.
Le regole fondamentali da seguire per contrastare l’osteoporosi sono: la riduzione del consumo degli zuccheri semplici, del consumo di alcolici e caffè, di sodio nella dieta. Questi fattori, favoriscono la demineralizzazione ossea o contrastano la mineralizzazione.
L’apporto di calcio nella dieta è fondamentale per la prevenzione e la cura dell’osteoporosi.
Tra gli alimenti più ricchi di calcio, i più interessanti sono i formaggi, il latte , lo yogurt, il pesce azzurro, i cavoli, i legumi e le acque minerali che contengono una un’importante quantità di calcio.

4 anni fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!