Tataki di San Pietro al Masala Chai - Immagine sanpietro

  • Sfilettare con cura lungo l’acuminata pinna dorsale il San Pietro.
  • Ricavare una serie di filetti omogenei a cui lasciare la pelle, abbatterli.
  • Lasciar salire la temperatura del San Pietro, ma quando sarà ancora freddissimo e poco sotto lo zero, tagliare i filetti in cubi regolari.
  • Sempre da freddissimi marinarli con olio extravergine al limone, zeste di limone verde, pepe bianco.
  • Aggiungere poi una nota di sale Halen Mon.
  • Lasciare sempre almeno a 0 gradi in marinatura per due ore abbondanti.
  • Creare un sacchettino di erbe aromatiche. Avvolgere la cannella, l’anice stellato, lo zenzero, il cardamomo e i chiodi di garofano in una garza (o tessuto similare) e legare con un pezzo di spago da cucina. Il nome ufficiale del nostro sacchettino è bouquet garni (dal francese).
  • Porre l’acqua e il nostro bouquet garni in un pentolino. Lasciare un lembo di spago abbastanza lungo per poterlo successivamente rimuovere dall’acqua con facilità.
  • Portare l’acqua a lenta ebollizione, abbassare la fiamma e lasciare cuocere a fuoco molto basso per 15 minuti.
  • Una temperatura dell’acqua troppo alta potrebbe rendere troppo amaro il nostro infuso.

  • Spegnere il fuoco, aggiungere le foglie di tè e lasciar riposare per 2-3 minuti. Tre minuti daranno un sapore di tè più intenso, ma ne aumenteranno anche l’amarezza.
  • Scottare il San Pietro, umido della sua marinatura, in un wok caldo, 30 secondi per lato.
  • Preparare una schiumetta di latte molto velocemente montando il latte di soia.
  • Costruzione del piatto: disporre il Masala Chai sul fondo di un piatto bowl con circonferenza concava.
  • Posizionare i pezzi di San Pietro al centro del tè.
  • Decorare con misticanza fresca, sarebbe opportuno usare qualche foglia anche tra la “base” di tè e il pesce, in modo che il San Pietro resti abbastanza asciutto prima dell’assaggio.
  • Aggiungere solo alla fine la schiumetta di latte che completa il percorso del Masala Chai, poggiandola sul pesce.
  • Aggiungere infine i chicchi di melograno fresco e le “briciole” di fava di cacao per dare consistenza e una piacevole nota di amaro.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!