Portogallo: sapore di mari e monti

Porco à AlentejanaIl Portogallo è il primo Paese in Europa per consumo di pesce ed il quarto nel mondo.
Durante tutto l’anno abbondano piatti ricchi di pesce ed esistono un gran numero di ricette gustose, adatte ad accontentare tutti i palati. La cucina infatti è basata sugli ingredienti messi a disposizione dal mare e dalla terra.
A sud il clima è ideale per pascoli e allevamento, sono molte amate ad esempio le salsicce, le interiora di maiale cotte nel loro stesso sangue, la trippa, lo stomaco farcito ma anche carni bianche e coniglio.
Un tocco esotico arriva dall’India con le spezie e le mandorle arabe.
Questo mix di sapori la rende una cucina mai monotona, molto fantasiosa e gustosa.
Il principe indiscusso è il baccalà, sono presenti addirittura 365 ricette diverse, una per ogni giorno dell’anno. Il merluzzo viene essiccato e salato, come veniva conservato prima dell’invenzione dei frigoriferi. Prima di essere consumato viene quindi immerso nell’acqua o nel latte, per renderlo meno salato.
C’è una vera e propria cultura per il merluzzo, ne esistono di diverse qualità, spessore e grado di salatura.
Tra le diverse ricette c’è ad esempio il Bacalhau à Gomes de sà, cotto in casseruola con patate, cipolle e uova sode; à Bràs, uova strapazzate con il baccalà, le cipolle e le patate; com Natas, sformato di baccalà con cipolle, patate, besciamella e panna, piatto non molto dietetico ma dolce crema amata anche dai bambini.
Il baccalà è molto amato anche fritto insieme a patate a rondelle e cipolle o a crocchette, servito come snack freddo.
La ricetta tipica natalizia vede il baccalà accompagnato da una salsa verde a base di olio extravergine d’oliva, molho verde, cavolo e patate bollite.
Un altro piatto fondamentale nell’alimentazione portoghese è una zuppa, servita spesso come piatto unico, dal sapore speziato e accompagnato dal pane, ad esempio quello raffermo, fritto e insaporito con spezie e aglio, condito con olio d’oliva o la Broa, pane di miglio.
Molte sono conosciute e amate anche all’estero: la Caldeirada à Pescador, a base di pesce, pomodoro e patate; Sarrabulho è a base di polpa di fegato di maiale marinato nel vino rosso e stufato con verdure e sangue di maiale.
Gustosa anche la Caldeirada de Lulas à Madeirense, una zuppa di frutti di mare insaporita con zenzero e curry o la Açorda, una zuppa di frutti di mare con verdure e pane ma anche la Caldeirada de Peixe, piatto a base di pesce spada, sardine, seppie e cozze, tagliati in piccoli pezzi e cotti in un sugo di patate, aglio ,cipolla, sedano e farina.
Oltre al baccalà e ai frutti di mare sono molto consumate anche le sardine, ad esempio alla griglia; il polpo, cotto in padella e poi grigliato, reso speciale da un sughetto ottenuto soffriggendo aglio, cipolla e olio.
Una caratteristica che contraddistingue i portoghesi è la combinazione di pesce e carne nello stesso piatto.
Ad esempio nel Porco à Alentejana, si fan cuocere in cataplana vongole, carne di maiale e peperoni.

Federica Buccafusca

Laureata in Antropologia Culturale e specializzata nel settore alimentare. Blogger on the road, gira per il mondo in cerca dei sapori più tipici e particolari. Non si separa mai dalle sue lonelyplanet che la accompagnano e guidano nei suoi viaggi. Ama immergersi nella cultura in cui arriva per capire a fondo l’arte culinaria e le abitudini del posto.

3 years fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!