Come riconoscere i frutti di mare

capasantaI frutti di mare sono prelibatezze che possono essere servite al meglio crude e come antipasto. Tra i prodotti nazionali più gustosi ci sono i tartufi di mare che assomigliano molto alle vongole, ma hanno un guscio più spesso e raggiungono notevoli dimensioni. Sono molto saporiti, più grossi e carnosi. Sono detti anche noci di mare e crescono in più parti d’Italia, dalla Puglia alla Sicilia alla Calabria. Poi ci sono le classiche vongole veraci selvatiche provenienti dal golfo di Napoli che sono le più apprezzabili sia per gusto che per dimensione. Si dice che le più buone vengano dal golfo di Sorrento.

Poi abbiamo le cozze torelle che crescono principalmente tra Taranto e Foggia. Esternamente sono di colore nero, con delle sfumature violacee, mentre all’interno sono madreperlacee. La superficie esterna delle valve presenta cerchi concentrici che descrivono la crescita della conchiglia.  Inoltre ci sono i ricci, che sono frutti di mare che crescono un po’ dappertutto. Sono animali molto conosciuti ed alcune specie sono talmente diffuse nei litorali del Mar Mediterraneo tanto da rendere difficile la balneazione. Vengono chiamati ricci appunto perché posseggono aculei lunghi e sottili e finiscono col sembrare delle palle irte di aghi.

Tra i prodotti esteri ci sono le Clams che sono vongoloni detti anche occhi di bue e possono raggiungere  dimensioni veramente grosse. Un tempo erano considerati cibo per i più poveri. Per tutti questi tipi di frutti di mare dobbiamo usare dei coltelli seri e robusti che ci permettano di aprire le conchiglie senza farci male.

7 years fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le nostre esclusive ricette!